martedì 24 gennaio 2023

Eccitarsi

 Vorrei dire che è colpa dell'età, dell'ingresso in menopausa, ma non è propriamente così: ho sempre avuto difficoltà ad aver una bella Bernarda calda gonfia e bagnata, quell'eccitamento, che anche se non si può vedere attraverso i jeans come per gli uomini, ti fa sentire diversa. Per fin troppo tempo ho dato colpa a sir, che non sapeva come toccarmi accarezzarmi, goffo, distratto, e all'inizio troppo orgoglioso per capire che la realtà è tutt'altra cosa dai porno. Ma forse se non ottengo certi risultati il problema è nella mia testa. La mia fortuna è che nonostante la mia eccitazione sia scarsa, mi diverto ugualmente, ho le mie soddisfazioni ma c'è una grande differenza di qualità tra scopare non eccitate e scopare eccitate: la prima è bella talvolta wow, la seconda è BABOOM!

Ora un problema anatomico fisiologico non ce l'ho, esclusa l'età che avanza, e sir nei club con le altre donne è mister "oh Gott!!" Cosa che mi rende orgogliosa, quindi dov'è il problema? Stress? Un po' : odio il mese di gennaio in generale, senza metterci di mezzo ricordi non sempre piacevoli e paranoie, e la frustrazione sessuale è un circolo vizioso. Una volta i porno avevano effetto, ora li trovo noiosi ripetitivi, prevedibili. Le chat erotiche le amavo per l'effetto che mi davano, ma richiedono tempo e dedizione da entrambe le parti e ringrazio sal profondo del cuore tutti coloro con cui ci siamo toccati nel profondo. Lo scorso fine settimana siamo stati in un club e ne sono uscita delusa. Non mi eccito nemmeno lì: io non vedo semplicemente la gente scopare, vedo le persone come si muovono come mettono a nudo chi sono. Io mi trasformo, tolgo la pelle da agnello e rimango la leonessa che sono, ma non mi eccito. Di leonesse non ne trovo molte, ma un sacco di agnelline sacrificali portate a spasso da lupi tirati su a scatolette, e di leoni, a parte sir, ancora di meno.

So che sono ancora in grado di eccitarmi. Il racconto "the Dubliner"  biografico fino al dialogo sul pullman. Quel collega davvero mi eccitava e non era bello come il sole, era davvero un normale cinquantenne con capelli brizzolato, pancetta e camminata buffa, ma ho scelto di non rischiare una delusione e non l'ho invitato in camera una seconda volta. Questo è successo a novembre. La volta precedente è stato ad agosto. Ho costruito una sex room, un posto dove mi sento a mio agio dove mi piace già solo l'idea di essere amata e scopata. Ci sono andata a dormire, e mi è partita una fantasia semplice, come scopare in un bosco con una persona conosciuta e mi sono bagnata solo per quella fantasia, così semplice quasi adolescenziale. E allora se ne sono in grado perché non mi riesce? Desidero troppo che accada da non riuscire per questo motivo? 

Nessun commento:

Posta un commento