giovedì 14 novembre 2013

Chat Erotiche: quando prendo il controllo della situazione

A tutti i Mon Ami presenti e futuri


ATL:
vogliamo però goderci il momento o rovinarcelo?
Mon Ami 4:
mi piacerebbe
ATL:
anche a me:sto fremendo dall'altro ieri, all'idea delle tue mani su di me
Mon Ami 4:
se ti dicessi che ho avuto il cazzo duro al pensiero della tua bocca su di me??
ATL:
mi lusinghi e mi fai bagnare
Mon Ami 4:
è quello il desiderio. A dire il vero sarebbe di farti toccare
ATL:
oh beh ma ci si riesce sai? sono piuttosto sensibile. tutti i "mon ami" mi hanno spedito a toccarmi, chi solo di mano chi con giocattoli
e vorrei proprio toccarmi pensando al tuo pisello che è veramente bellissimo e a cui un pensierino per una doppia penetrazione l'ho già fatto ben più di una volta
Mon Ami 4:
wow. io ho pensato alla tua bocca sul mio glande: avrei il desiderio di sentire la tua lingua che lo passa per bene, seguendo i suoi contorni, per poi vederlo lentamente sparire nella tua bocca risucchiato, mentre ti affferro i capelli e la testa per guidarti
ATL:
oddio, mi piace da morire che mi si prenda per i capelli mentre lo succhio
ma più che guidata, mi piace essere accompagnata nel movimento
Mon Ami 4:
sì, vedila come vuoi, faccio da metronomo
ATL:
metronomo? ah no, con me no! Rilassati e lascia fare a me
Mon Ami 4:
ok, ma le mie mani si muovono non sto fermo
ATL:
ti verrà voglia di prendermi per i capelli, ma vedrai lo farai solo per sentirmi più vicina, non per guidarmi. Non voglio che le tue mani stiano ferme, ma i miei pompini ti conviene gustarteli. Lascia che ti pervadano, altrimenti ti perdi le piccole sfumature.
Siediti sul letto. Non così sei troppo indietro, più sul bordo. Ecco cosi come una pudica educanda che non vuole sgualcirsi la gonna,
ma, no, le gambe, aprile. Ecco così: in modo che io possa inginocchiarmi di fronte a te.
Mon Ami 4:
mmhh
ATL:
tutti elogiano la bellezza della figa, ma mai nessuno che si fermi di fronte all'imponenza di un fallo eretto, che nell'emozione del momento contrae lo scroto così prepontentemente da stringere a sè le palle. Adoro sentire il tuo odore. Quell'odore lieve di sesso e di pelle che non è dirompente come quello delle donne. E' più delicato, ma per me inebriante, tanto che affondo il mio naso tra il tuo inguine ed il tuo pisello per poterlo sentire meglio.
Mon Ami 4:
mi piace molto il tuo essere
ATL:
hai un pisello fantastico: lo accarezzo con la guancia così turgido ed eccitato che sembra pronto a scoppiar di gioia. A vederlo così mi fai venire voglia di averlo in ogni buco
Mon Ami 4:
Metto le mani sulla tua schiena: voglio arrivare fino alle natiche.
ATL:
avere nello stesso letto te e Sir potrei impazzire.
ah ma le mani te le faccio togliere alla svelta dalla mia schiena! fammi concentrare sul pompino.
appoggio la mia testa sul tuo ventre e spingendoti quel tanto indietro da far si che devi appoggiarti con le braccia oppure sforzare di addominali, ma...se tu scegliessi gli addominali ti perderesti il bello del pompino: massima resa col minimo sforzo.
Mon Ami 4:
vuoi essere tu a fare tutto, dedicarti senza distrazioni
ATL:
diciamo che se si parla di pompino e tu pensi a guidarmi la testa come un metronomo allora non hai idea di cosa sia un pompino fatto da me
Mon Ami 4:
no scusa, volevo solo per spingerti giù
ATL:
tu non spingere, non ora. tempo per spingere con forza o con delicatezza ne avrai fino a farmi ululare.
Mon Ami 4:
no..assolutamente.mano morbida. Ma ora ti prego: leccamelo, succhiamelo. sono eccitato.
ATL:
appoggiati leggermente all'indietro e lascia che mi accarezzi il volto col tuo bellissimo cazzo
Mon Ami 4:
fai di me quello che vuoi.
ATL:
Che bella cappella: non posso fare a meno di seguire il suo contorno con il dito soffermarmi sulla corona: è così invitante che non riesco a fare a meno di scambiare il dito con la lingua. Ed è così bella sulla lingua!
volevo giocare di mano , ma...è così caldo e duro che non resisto: devo assolutamente leccarti dalla radice al glande, ti lecco più volte prima come per "saggiarti" solo di punta e poi a lingua larga e morbida perchè non posso fare a meno di sentire la pelle morbida del tuo cazzo sulla mia lingua!
Mon Ami 4:
sto deglutendo.
ATL:
oddio il tuo glande poi è così invitante che mi ci tuffo avida senza timori o riserve: lo prendo subito tutto in bocca, solo il glande
per assaporarlo sentendolo sul palato, sulla lingua premendolo appena sui denti per sentirne la "cedevolezza"
Mon Ami 4:
sei bastardamente efficace..
ATL:
quello che scrivo E' quello che faccio .puoi chiedere referenze a sir, Alex e V.
comunque: ora alzati in piedi e fammelo vedere da un angolo diverso.
Mon Ami 4:
è tuo...
ATL:
Oddio è bellissimo! lo voglio e lo prendo in bocca fin dove posso senza stare male. Mi muovo lentamente avanti ed indietro per farlo scorrere nella mia bocca. qualche ansimo mi "dice" che inizi a gradire.
gradisci?
allora stenditi per bene nel letto, così puoi godertelo tutto tutto.
Ora che sei il mio palo da tenda canadese ti faccio morire
Mon Ami 4:
Lo sto facendo.
ATL:
ti stai toccando?
Mon Ami 4:
si
ATL:
mi lusinghi
Mon Ami 4:
no mi ecciti, e molto. Sei brava e la mente fa il resto: quasi sento la tua saliva e mentre esce dalla tua bocca sento il freddo dell'aria
ATL
so che stai aspettando che te lo riprenda in bocca per un meccanicistico movimento avanti ed indietro, ma no:
è troppo bello il tuo glande perchè non mi fermi a leccartelo, ma per non "raffreddarti", lentamente, ti masturbo, solo per non farti perdere " il ritmo"
Mon Ami 4:
ti prego prendilo di lato, su tutta la lunghezza.
ATL:
è così invitante e goloso il tuo glande che te lo mordicchio:la punta,le gobbette, la corona...solleticoso vero?
Mon Ami 4:
molto...
ATL:
è così bello vederti sussultare. Me lo riprendo in bocca assaporandolo con movimenti ondulatori, niente dentro e fuori da prostituta che deve ottimizzare i tempi: io non mi faccio pagare, lo sai, sono solo una gaudente così succhio il tuo cazzo, il tuo glande premendolo con la lingua, schiacciandolo sul palato
Mon Ami 4:
cavolo mi vien voglia di metterti sotto e montarti a cavalcioni sulla faccia.
ATL:
no no! Ti verrà voglia di startene lì sdraiato a goderti ogni singolo fremito: non sono una da scopare in bocca fino a farla soffocare!
Lo faccio scivolare per tutto quello che posso dentro la mia bocca....
Mon Ami 4:
fallo...
ATL:
...lentamente...
Mon Ami 4:
mi fai morire
ATL:
accogliendone tutto quello che posso e seguendo il tuo respiro e  alterno la bocca con la mano per riposarmi un po',strusciando le mie tette su di te, accarezzandolo con la passera, per poi riprenderlo in bocca e ripetere i giochi di lingua e d'ingoio alternati a tutto il resto, fino a farti sobbalzare mentre prepotentemente godi.

--- La conclusione è fiacca e frettolosa, ma fattori non dipendenti dalla mia volontà mi hanno costretta a "sbrigarmi". Fortunatamente nella realtà cerco di non avere distrazioni così forti----


1 commento:

  1. Adoro quello che scrivi.....
    è una gioia leggerti
    sm@ck

    RispondiElimina