lunedì 12 agosto 2019

Collaborazioni molto dilettevoli

Avevo anticipato che Mi era arrivata una mail con una proposta di collaborazione che mi stimolava certe acquoline. ed incominciava così:

"Ciao,

sono Marc di pleasureroom.it, un sexy shop online. 

Ti contatto perché ho trovato il tuo blog e penso che abbia un target simile al nostro.
Sono qui a proporti una piccola collaborazione che spero ti piaccia. In pratica vogliamo regalarti uno dei nostri sex toy a tua scelta, in cambio ti chiediamo la pubblicazione sul tuo blog di una piccola recensione o di un articolo che parli di Pleasure Room"

Ed ho ricevuto il mio sexy toys in omaggio, questo il Satisfier, perché tutti gli altri proposti per la recensione in una variante o in un altra li ho già tutti. Inoltre mi incuriosiva, perché come sexy toy sul mercato esiste da circa 5 o 6 anni, conosciuto per lo più col nome di " womanizer" ma non mi convinceva abbastanza per affrontare la spesa, perciò quando mi si è proposto di averlo in cambio di un post sul blog non mi sono fatta scappare l'occasione!
Incominciamo dalle "note dolenti", ma solo per determinati casi. Se abitate all'estero come me la spedizione può trasformarsi in un odissea, come lo è stato in questo caso. Se invece siete in territorio italiano non saprei, però potete chiedere a Marc che saprà darvi più informazioni in merito.
Il packaging a me è piaciuto molto, esiguo senza frivolezze e per questo con un impatto ambientale contenuto: un involucro in plastica interno ed uno in cartone esterno, non di dimensioni esagerate rispetto al contenuto. Il succhia clitoride è molto maneggevole: sta comodamente in mano e lo si gestisce bene con la pressione del dito. La suzione è delicata, e può esserne variata la frequenza ( o velocità come riportato sulle istruzioni) premendo il tasto + o -. So che ce ne sono parecchie, non sono riuscite a contarle, ma nella pratica non arrivo mai oltre la terza. Come molti altri sexy toy si accende e si spegne tenendo premuto per 3-4 secondi il tasto + ( a tal proposito mi torna in mente un divertente episodio di qualche anno fa di una mia amica intenzionata a riportare al negozio un vibratore rabbit perchè non si accendeva.)
Ora passiamo alla pratica: il commento lo riassumerei con:

"wow tutte le donne dovrebbero averne uno!"

No sul serio non scherzo: tutte le donne consapevoli della propria sessualità dovrebbero averne uno. Che sia single con o senza desiderio di avventure da una sera e via, che sia etero o omosessuale, ogni donna dovrebbe averne uno, anzi lo dovrebbe passare la mutua! Che sia usato come pratica solitaria o come gioco di coppia preparatorio o d'ausilio, non conta ma la soddisfazione che è in grado di dare è decisamente sopra la media degli altri giochi che ho. Agisce per stimolazione clitoridea e non per penetrazione, perciò è decisamente interessante per chi non desidera la penetrazione in alcun modo, senza per questo rinunciare al piacere del sesso. Inoltre proprio perchè agisce esternamente ed in  modo completamente differente a quello degli anelli vibratori, è molto più discreto nel congedarsi un volta che ci ha soddisfatte. E adesso scusatemi, mentre Sir dorme, io mi concedo a qualche minuto con il mio nuovo giocattolo.


2 commenti:

  1. ehm ... non ho ben capito a cosa serve... o meglio, come funziona... a cosa serve... serve a procurarvi un orgasmo!!

    RispondiElimina
  2. Nemmeno io finché non l'ho avuto tra le mani non avevo chiaro come funzionasse, ma sono più che certa che funziona!

    RispondiElimina