giovedì 25 giugno 2015

Vieni, ti aspetto.

vieni amico mio, torniamo a chiacchierare come una volta. Lasciamo stare tutto quello che conosciamo del nostro reale, e perdiamoci di nuovo nel mondo delle chiacchiere scritte ma sussurrate sulla pelle,dei baci furtivi trattenuti il tempo giusto, delle leccate lungo il tuo cazzo, dei morsi interno coscia da far sussultare, delle scopate lente succhiandomi la lingua secondo l'ispirazione di un poeta scopatore.
Vieni, ti aspetto.

2 commenti:

  1. È un fortunatissimo e privilegiato ospite, l'amico che ha ricevuto questo invito

    RispondiElimina